Educazione affettiva

Diventare consapevoli delle proprie emozioni per costruire relazioni positive con gli altri.

Percorso di crescita personale per  pre-adolescenti e adolescenti

Cosa significa educazione affettiva?

Educare all’affettività significa coltivare la cultura del rispetto di sé e degli altri, stimolando la consapevolezza di come si manifestano sentimenti e desideri, tra emozioni e cambiamenti del corpo. Significa comprendere e valorizzare la differenza tra i generi, sottolineando il valore della relazione comunicativa.

A cosa serve?

Avere consapevolezza di se stessi aiuta a potenziare atteggiamenti positivi nelle relazioni con gli altri: questo ci permette di adattarci e vivere diverse situazioni sentendoci a nostro agio.

Perché è importante parlarne?

Con l’educazione affettiva si pongono le basi di un corretto apprendimento emotivo, per uno sviluppo armonico della personalità, nel rispetto dei valori personali e di chi ci circonda.

 Obiettivo:  Facilitare l’acquisizione della consapevolezza delle proprie emozioni e dei cambiamenti del corpo, comprendendo il loro ruolo sui nostri stati d’animo nelle relazioni con gli altri. Chiarire i valori che guidano i nostri comportamenti, focalizzando l’attenzione al rispetto per sé e alla fiducia negli altri.

Destinatari: studenti della scuola secondaria di primo grado e dei primi due anni della scuola secondaria di secondo grado.

Durata: 3 incontri di 2h ciascuno

Metodologia: Attraverso momenti di ascolto e di attività pratiche si andranno ad esplorare tecniche e strategie per comprendere come funziona la nostra autostima e come potenziarla. Un diario di bordo accompagnerà la nostra esperienza di crescita e stimolerà la riflessione personale.

Argomenti  principali:

  • Conosco il mio corpo: come mi vedo e cosa mi succede
  • Emozioni e affetto: empatia, valori e imbarazzo
  • Ragione e sentimento: fiducia, amicizia e affetto